6 segni di un cattivo modo di fare esercizi

Immagina questa situazione, in cui ci sono due persone:
  1. Il corridore 1 sta facendo una corsa perché gli piace
  2. Il corridore 2 sta correndo perché ha mangiato un biscotto e si sente in colpa.
Chi ha più probabilità di avere un rapporto sbagliato con l’allenamento? Se hai pensato al corridore 2 hai pensato bene. Questo perché? Perché se fai un esercizio fisico in maniera eccessiva o se lo stai facendo male allora è probabile che tu non abbia le giuste motivazioni, la mentalità e il fisico. Ovviamente chi fa più o meno allenamento sa che la quantità di esercizio che è necessario fare viene programmato in base a quelle che sono le proprie condizioni fisiche. Se parliamo di un atleta, immaginiamo che esso lavorerà tanto ma avrà anche le capacità per ridurre le conseguenze negative di un allenamento intenso. Stiamo parlando di lesioni, infortuni, infiammazioni.

6 errori classici di chi fa male gli esercizi

Ora vediamo insieme 6 errori classici che portano a un cattivo modo di fare esercizio.

1. Si sopravvalutano le conseguenze di un mancato allenamento

Se salti un allenamento, anche se solo una volta, stai sicuro che questa cosa ti metterà un sacco di ansia.  Gli esperti sostengono che se un corridore manca un allenamento questo diventa quasi una catastrofe. Questo perché, se sei uno parecchio allenato, pensi subito di prendere peso, perdere i muscoli o ricadere nella tua routine sedentaria. Sicuramente fare allenamento con impegno è una cosa molto importante ma non perdere la testa e la qualità della vita quando, per un qualche contrattempo, salti una sessione programmata.

2. Si fa esercizio anche quando si è infortunati

Se tu hai subito un infortunio e continui ad allenarti c’è, sicuramente, qualcosa che non va. Infatti anche coloro che sono più atletici devono sapere che è importantissimo recuperare perché nessuno dovrebbe spingere tanto quando si è infortunati per non incappare nelle fratture da stress.

3. Ci si allena in condizioni non sicure

Stai correndo tra la neve o sul ghiaccio? Stai nuotando in mare aperto durante un temporale? Stai sollevando pesi quando si ha un dolore allo stomaco? La vostra forma fisica non dovrebbe mai prevaricare quella che è la vostra sicurezza e la vostra salute. Per molti appassionati compulsivi non c’è mai nulla che possa fermare la routine di allenamento. Invece bisogna sempre capire quale è il proprio stato di salute e la sicurezza delle condizioni in cui ci si allena.

4. Non si è flessibili negli orari

Un campanello d’allarme che c’è una certa compulsione nel fare troppo allenamento è quello per cui l’atleta non è mai flessibile con gli orari e quindi per lui è sempre più importante allenarsi alla stessa ora e non sfalsare un orario per fare qualcos’altro. Perdere una festa con gli amici per fare allenamento non farà di te un campione del mondo ma ti farà perdere un’occasione di socialità.

5. Sei troppo concentrato sul bruciare calorie

Tutti noi sappiamo che l’esercizio fisico ci permette di bruciare calorie e bruciare calorie fa sì che si possa perdere peso. Ma se si cerca solo di bruciare cibo sul tapis roulant allora la nostra voglia di divertirci si è spenta. Fare esercizio solo per dimagrire diventa una malattia come la bulimia. Fateci caso e pensate alla soluzione, anche terapeutica, per stare di nuovo in pace con voi stessi.

6. Fai esercizio per essere attraente

Se pensi a fare esercizio perché così il tuo partner ti trova più attraente allora anche questo è un segno che c’è qualcosa che non va tra te e l’allenamento. I tuoi esercizi non devono mai essere legati a ciò che un altro pensa di te ma alla tua felicità, non dimenticarlo mai.